Estintori

Manutentori certificati ICIM
Installatori & Manutentori Certificati
Numbero certificato:
ICIM-TME-011373-00
Tecnici manutentori di estintori d’incendio Senior
Azienda associata UCCT
Installatori & Manutentori Certificati
N° 10402547
Azienda certificata
ISO 9001:2008
Certificato N° CQ 2886
Siamo su PagineGialle!

Racconta la tua esperienza con la nostra azienda lasciando una recensione.
DIVISIONE ANTINCENDIO | Velardi Group |
un estintore

Vendita & Assistenza Estintori

Vendita estintori, ricambi e accessori

Vendita estintori e ricambi per la Campania
L’acquisto di uno o più estintori, per un'attività commerciale o un’impresa, oltre ad essere un’operazione obbligatoria in ottemperanza alle prescrizioni della legge in materia di prevenzione incendi, è fondamentale per dotare la propria attività dei mezzi più idonei per gestire la fase iniziale di un eventuale incendio.
Gli estintori rappresentano lo strumento più importante per garantire la sicurezza di cose e persone, per qualsiasi tipologia di edificio e anche per natanti e veicoli a motore.
In funzione del rischio presso la vostra attività, ci sono molti tipi e formati di estintore a disposizione, Idrico, polvere e CO2 ci sono grandi differenze per ogni tipo estintore.
Sono progettati in base al tipo di fuoco, l'estintore nella posizione sbagliata potrebbe portare al disastro.
Tutti gli estintori sono tenuti per legge ad essere manutenuti come da norme vigenti da società autorizzate.
Il mancato rispetto delle norme antincendio può significare multe salate, e messa in pericolo della vostra proprietà e personale.
 
Noi di S.M.E Antincendio siamo Rivenditori e Manutentori autorizzati per la Campania di estintori portatili, carrellati e portatili MED
S.M.E. Antincendio Multiservice commercializza e vende, per le provincie di Napoli,Salerno,Benevento e Avellino varie tipologie di estintori, compresi i relativi ricambi e accessori:
Estintori portatili: omologati ai sensi del D.M. 7 Gennaio 2005 - UNI EN 3-7, Made in Italy - Classe di fuoco ABC.
Estintori carrellati: omologati ai sensi del D.M. 6 Marzo 1992, Made in Italy - Classe di fuoco ABC.
Estintori portatili MED: omologati ai sensi della Dir. 96/98 CE, Made in Italy - Classe di fuoco ABC

Manutenzione
Estintori portatili e carrellati.

una mano con una chiave e accanto una bombola con scritto Powder Extinguisher
ALLA TUA MANUTENZIONE CI PENSIAMO NOI!
 Manutenzione periodica degli estintori, un obbligo di legge Il servizio di manutenzione estintori deve essere eseguito periodicamente e in maniera programmata, al fini di mantenerne nel tempo l'efficienza operativa, ed è regolata da scadenze precise e inderogabili.
Manutenzione programmata estintori La manutenzione estintori è una procedura obbligatoria per legge: non adempiere quanto previsto dalle normative vigenti o non rispettare le scadenze prefissate, comporta il rischio di essere perseguiti legalmente (D.Lgs n. 81/2008, D.M. 10 Marzo 1998). Anche le regole di svolgimento della manutenzione degli estintori sono stabilite per legge, pertanto tutte le aziende che la eseguono devono seguire esattamente le rigorose procedure operative, regolate dalle norme UNI 9994-1:2013. La S.m.e. Antincendio Multiservice di Arzano è regolarmente abilitata a svolgere servizi di sorveglianza e controllo degli impianti antincendio. Esegue anche revisione, collaudo e manutenzione periodica programmata di tutte le marche e i modelli di estintori, portatili o carrellati, nel rispetto rigoroso della legislazione vigente. La ditta opera, con personale specializzato, in tutte le zone delle province di Napoli,Salerno,Benevento e Avellino.
 
Esse sono:
Sorveglianza
Consiste in una misura di prevenzione atta a controllare l’estintore nella posizione in cui è collocato, con particolare riferimento ai seguenti aspetti:
a) l’estintore sia presente e segnalato con apposito cartello, secondo quanto prescritto dalla legislazione vigente;
b) l’estintore sia chiaramente visibile, immediatamente utilizzabile e l’accesso allo stesso sia libero da ostacoli;
c) l’estintore non sia stato manomesso, in particolare non risulti manomesso o mancante il dispositivo di sicurezza per evitare azionamenti accidentali;
d) i contrassegni distintivi siano esposti a vista e siano ben leggibili;
e) l’indicatore di pressione, se presente, indichi un valore di pressione compreso all’interno del campo verde;
f) l’estintore non presenti anomalie quali ugelli ostruiti, perdite, tracce di corrosione, sconnessioni o incrinature dei tubi flessibili, ecc.;
g) l’estintore sia esente da danni alle strutture di supporto e alla maniglia di trasporto; in particolare, se carrellato, abbia ruote funzionanti;
h) il cartellino di manutenzione sia presente sulI’apparecchio e sia correttamente compilato.
Le anomalie riscontrate devono essere eliminate.
 
 Controllo
Consiste in una misura di prevenzione atta a verificare, con frequenza almeno semestrale, l’efficienza dell’estintore, tramite effettuazione dei seguenti accertamenti:
a) verifiche di cui alla fase di sorveglianza ;
b) – per gli estintori portatili: i controlli previsti al punto “verifica” della UNI EN 3-2 (accertamento della pressione interna),
– per gli estintori carrellati: i controlli previsti al punto “verifica” di cui al punto “Accertamenti e prove sui prototipi” della UNI 9492,
– per gli estintori portatili a biossido di carbonio: i controlli previsti nel punto “Verifica” della UNI EN 3-2 (accertamento dello stato di carica tramite pesatura);
c) controllo della presenza, del tipo e della carica delle bombole di gas ausiliario per gli estintori pressurizzati con tale sistema, secondo le indicazioni del produttore.
Il produttore deve fornire tutte le indicazioni necessarie per effettuare il controllo.
Le anomalie riscontrate devono essere eliminate, in caso contrario l’estintore deve essere dichiarato non idoneo, sospeso dall’esercizio e sostituito.
 Revisione
Consiste in una misura di prevenzione, di frequenza almeno pari a quella indicata nella tabella sottostante, atta a verificare, e rendere perfettamente efficiente l’estintore, tramite l’effettuazione dei seguenti accertamenti e interventi:
– verifica della conformità al prototipo omologato per quanto attiene alle iscrizioni e all’idoneità degli eventuali ricambi;
– verifiche di cui alle fasi di sorveglianza e controllo (5.1 e 5.2);
– esame interno dell’apparecchio per la verifica del buono stato di conservazione;
– esame e controllo funzionale di tutte le parti;
– controllo di tutte le sezioni di passaggio del gas ausiliario, se presente, e dell’agente estinguente, in particolare il tubo pescante, i tubi flessibili, i raccordi e gli ugelli, per verificare che siano liberi da incrostazioni, occlusioni e sedimentazioni;
– controllo dell’assale e delle ruote, quando esistenti;
– ripristino delle protezioni superficiali, se danneggiate;
– sostituzione dei dispositivi di sicurezza contro le sovrapressioni con altri nuovi;
– sostituzione dell’agente estinguente;
– montaggio dell’estintore in perfetto stato di efficienza.

Il produttore deve fornire tutte le indicazioni utili per effettuare la revisione.
Collaudo
Consiste in una misura di prevenzione atta a verificare, con la frequenza sotto specificata, la stabilità del serbatoio o della bombola dell’estintore, in quanto facente parte di apparecchi a pressione.
Gli estintori a biossido di carbonio (CO2) e le bombole di gas ausiliario devono rispettare le scadenze indicate dalla legislazione vigente in materia di gas compressi e liquefatti.
Gli estintori che non siano già soggetti a verifiche periodiche secondo la legislazione vigente e costruiti in conformità alla Direttiva 97/23/CE (DLgs 93/2000), devono essere
collaudati ogni 12 anni mediante una prova idraulica della durata di 30 s alla pressione di prova (Pt) indicata sul serbatoio.
Gli estintori che non siano già soggetti a verifiche periodiche secondo la legislazione vigente e non conformi alla Direttiva 97/23/CE (DLgs 93/2000), devono essere collaudati ogni 6 anni, mediante una prova idraulica della durata di 1 min a una pressione di 3,5 MPa, o come da valore punzonato sul serbatoio se maggiore.
Al termine delle prove, non devono verificarsi perdite, trasudazioni, deformazioni o dilatazioni di nessun tipo.
Il produttore deve fornire tutte le indicazioni per effettuare il collaudo.
un depliant di manutenzione controllo periodico degli estintori

Prospetto Periodicità

Tipo estintore Frequenza delle manutenzioni      
  Sorveglianza Controllo Revisione Collaudo
Manutenzione a carico del Responsabile della sicurezza (vs azienda) Azienda qualificata Azienda qualificata Azienda qualificata
Polvere Mensile 6 mesi 36 mesi 6 anni (se non CE) 12 annu (se CE)
Co2 Mensile 6 mesi 60 mesi 10 anni
Idrico - Schiuma Mensile 6 mesi 36 mesi 6 anni (se non CE) 12 annu (se CE)

Noleggio Estintori

Il servizio comprende la fornitura, il controllo semestrale, la revisione programmata come previsto da normativa vigente.
degli estintori e una scritta Miglior prezzo

Tecnici manutentori estintori certificati ICIM

logo ICIM
Tecnico manutentore di estintori d’incendio senior: Il tecnico manutentore di estintori d’incendio senior nello svolgere la sua attività, oltre a quanto indicato per il tecnico manutentori di estintori, è in grado di comunicare in modo efficace con il cliente e di proporre in autonomia soluzioni migliorative.
Il tecnico manutentore di estintori d’incendio senior può effettuare attività di coordinamento di attività di altri tecnici manutentori. Il livello di competenze del tecnico manutentore di estintori d’incendio senior si colloca al livello 3 dell’EQF.
Share by: